6T3A5557_edited.png

CAVITA' TURBOLENTA 

Solida e leggera al contempo, quest’opera si conforma come un blocco roccioso non ancora formato: un insieme di corpi avvinghiati fra loro in un lento ribollio sotterraneo, attraversati da un vapore spesso e chiaro.

La tavola tiene insieme ammassi compatti e altri friabili, impreziositi da granuli simili a costellazioni; due punti focali decentrati attraversano la sezione in senso longitudinale.

Stati d’animo e idee si accumulano e associano in questo monumentale processo di formazione: contorcendosi e avvinghiandosi in un interminabile, inesausto rimestio, ogni pesantezza si perde tramutandosi in parvenze fluide, soffici e viceversa.

La vita e' uno stato di agitazione sospesa: una materia prima informe che ribolle mentre cerca e sceglie una via attraverso cui indirizzarsi e darsi un ordine preciso, in un continuo alternarsi di prospettive e decisioni sempre nuove.

Prendendo forma l’interiorita' prende forma anche l’individuo.